CROCEDOMINI, mostra personale di Francesco Fonassi – Vicenza


 

Subito dopo si levò una voce rabbiosa – quella del Coniglio. Non afferrò niente, ma udì un grido strozzato e poi qualcosa che cadeva e un rumore di vetri rotti, per cui concluse che probabilmente era caduto in una serra o qualcosa del genere. “Provaci!” pensò Alice e, dopo aver aspettato finché non le parve di sentire il Coniglio sotto la finestra, distese una mano e di colpo la richiuse a pugno. Alice lo sentì dire a se stesso: “Faccio il giro e passerò dalla finestra”. “Portami i guanti seduta stante!” “Marianna! Marianna!” diceva la voce. Ma dopo qualche minuto avvertì una voce dall’esterno e si interruppe per ascoltare. E andava avanti così, considerando prima ogni medaglia e poi il suo rovescio.
L’inaugurazione di CROCEDOMINI, mostra personale di Francesco Fonassi, coincide con l’opening di MONOTONO CONTEMPORARY ART.

Crocedomini è la mostra personale di Francesco Fonassi. Con questo primo evento apre le porte MONOTONO CONTEMPORARY ART, curato da Daniela Zangrando, spazio che va ad inserirsi nella piattaforma di Spazio Monotono in Viale Milano 60 a Vicenza.

Crocedomini è un istante. Non chiedetevi se questo istante sia infinito. O se termini immediatamente, in un battito di ciglia. Non è importante quanto questo sia lungo. Può darsi persino che sia un istante inutile. Non fermatevi a pensare.

Alzando le ciglia vi ricorderete di una sagoma scura che si aggira nel sottoscala trascinando con determinazione dei suoni. Stridii. Rumori. Battiti. Risfoglierete immagini antiche camminare lentamente. Vi sembrerà anche che un coniglio vi abbia sbarrato la strada mentre correva all’indietro biascicando parole incomprensibili. Con buona probabilità sarà lo stesso che in senso opposto si dirige verso una meta sconosciuta nel libro di Lewis Carroll.

Nella fanzine scritta dall’artista si parla anche di una donna. Se ne sta in un angolo con gli occhi chiusi. Forse ripenserete anche a lei. Chissà se sarà davvero solo per un attimo. Per il momento, l’artista non ci racconta tutti i dettagli.

Per scoprire ogni cosa, non rimane che andare a curiosare all’inaugurazione della mostra sabato 11 giugno alle ore 19 in viale Milano 60. A seguire, dalle 21.30, un concerto per tutti i visitatori.

 

Francesco Fonassi è nato a Brescia nel 1986.
Si è diplomato presso l’Accademia di Belle arti di Venezia.
Del 2010 la sua prima mostra personale ‘Sonic Raids – in place of listening‘ presso la galleria Perugi ArteContemporanea di Padova.
Nel 2011 ha realizzato il progetto ‘Everest Fm 100.1’, vincitore del premio indetto da Fuoribiennale e Comune di Vicenza.
Ha preso parte al programma di residenza Real-Presence a Belgrado nel 2007 e presso il Castello di Rivoli nel 2008.
Nel 2010 ha ottenuto uno studio presso la Fondazione Bevilacqua La Masa di Venezia.
È tra gli artisti finalisti del Premio LUM per l’arte contemporanea di Bari.

 

 

Orari di aperturalunedì – venerdì, 9.00 – 13.00 e 14.00 – 18.00seconda domenica di ogni mese, 16.00 – 21.00sabato e domenica visitabile su appuntamentodall’8 al 21 agosto chiuso

MONOTONO CONTEMPORARY ART
Viale Milano 60, Vicenza | t. +39 0444 327166 info@monotonocontemporaryart.it | www.monotonocontemporaryart.it

 


Leave a Reply

Your email address will not be published.