ULTIMO QUARTO, Origine – Movimento – Cura – Termine

ULTIMO QUARTO, Origine – Movimento – Cura – Termine

A cura di Matteo Bergamini

 

Milano, VIA AOSTA 2 (5 maggio); VIA AVANCINI 8 (12 maggio); GALLERIA BUENOS AIRES 11 (19 maggio); VIA FARSAGLIA 5 (26 Maggio).

Tutti gli opening a partire dalle ore 18.30!

FAC FronteArteContemporanea è lieta di presentare il progetto ULTIMO QUARTO, Origine – Movimento – Cura – Termine a partire da Giovedì 5 Maggio 2011.
Diciassette artisti, fotografi e filmakers, eterogenei e appartenenti a diverse generazioni e a diversissimi modus operandi, si confronteranno sui temi che via via prenderanno forma a partire dal primo opening (il 5 maggio, appunto) in diverse collettive.
Se disposti sulla pianta topografica della città i quattro spazi interessati dall’iniziativa formano uno spicchio di luna: il satellite della terra funge come perno ideale per una visione dinamica di una sorta di polittico della vita che ha inizio giovedì 5 maggio
con la mostra ORIGINE, in cui gli artisti, Christiane Lohr, Marco Paganini e Arianna Vanini, attraverso una serie di opere che richiamano l’idea di un’architettura fragile, quasi onirica, mettono in scena la possibilità di crearsi il proprio spazio di nascita, un nido al quale è necessario prestare profonda attenzione. Si prosegue con MOVIMENTO , il 12 maggio, con le installazioni e le fotografie di Yiftachh Belsky, Costantino Ciervo, Pierandrea Galtrucco, Paola Mattioli, Loris Savino e Marco Di Noia; un’esposizione più incentrata sulla necessità della ricerca della libertà che vive nell’uomo e che spesso si scontra con l’altro e con la cultura dominante; un bisogno insopprimibile che porta alla nascita dell’arte, alla denuncia, all’osservare con sguardo tagliente il mondo intorno. Il giovedì successivo, 19 maggio, si apre CURA, un doppio registro sull’idea forsennata della cura del sé, atteggiamento che spessa genera inquietanti risultati, e una cura più poetica per quella che è una sorta di affettività dell’oggetto (da non confondere con il feticismo). Gli artisti invitati in questa sezione sono Mariangela Bombardieri, Dario Ghibaudo, Annalisa Riva, Claudio Francesco Maria Simonetti e Paola Zampa. Si chiude con TERMINE, il 26 maggio, con una serie di opere tutt’altro che statiche, organismi autonomi che si corroderanno, svaniranno, avvizziranno sotto il peso del tempo, dell’atmosfera, dell’intervento del pubblico… Azt, Maria Cristina Carpi, Sabrina Muzi e Danilo Vuolo sceneggiano il fascino e la follia di un’arte “a tempo”, destinata indistintamente a mutare completamente di significante. Nella stessa serata, dalle 22.00 in poi, la chiusura dell’evento si sposterà verso la playlist della One Nite Razzputin de L’Atomic Cafè.

Gli spazi che hanno sostenuto l’iniziativa sono luoghi non convenzionali e non comunemente deputati alla fruizione dell’arte, ma che hanno accettato di cambiare la propria destinazione d’uso mutando di segno e rappresentandosi come punti cardinali in giro per la città, in zone che spesso restano fuori dai circuiti convenzionali del turismo, dell’arte, dello shopping, ma autentiche e dalla temperatura senz’altro più metropolitana.
Gli eventi avranno una scansione cronologica serrata e per visitare le mostre all’interno degli spazi vi saranno a disposizione solo alcune ore o alcuni giorni; ogni opening sarà dunque anche un’ happening!

 

Questo il programma dettagliato:

 

  • Origine: giovedì 5 Maggio 2011 c/o VIA AOSTA 2: Christiane Loehr, Marco Paganini, Arianna Vanini;


  • Movimento: giovedì 12 Maggio 2011 c/o VIA AVANCINI 8: Yiftach Belsky, Costantino Ciervo, Pierandrea Galtrucco, Paola Mattioli, Loris Savino e Marco di Noia;

  • Cura: giovedì 19 Maggio 2011 c/o GALLERIA BUENOS AIRES 11: Mariangela Bombardieri, Dario Ghibaudo, Annalisa Riva, Claudio Francesco M. Simonetti, Paola Zampa;

  • Termine: giovedì 26 Maggio 2011 c/o VIA FARSAGLIA 5: Azt, Maria Cristina Carpi, Sabrina Muzi, Danilo Vuolo.

 

Francesca Valeria Giordano.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.